Uomo lieve alla mattina

Credevo di essere un albero
e che quelle idee fossero i miei rami.

Crescevo e quelle idee crescevano con me,
innestate profondamente,
linfa e corteccia della mia stessa mente.

Possa la vita esserti lieve,
diceva Ottavio,
ma la neve cadeva
e pesava sulle fronde
fino a un giorno nuovo
quando un sibilo di vento
mi ha svelato dolcemente
che qui tutto è impermanente,
fuori e dentro è indifferente,
e i miei rami son caduti come foglie.

C’è una nuova prospettiva da quassù sulla collina,
vedo l’orma del mio prima,
qui ed ora sono sveglio,
uomo lieve alla mattina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...